Home»Musica»Briga. Che cosa ci siamo fatti

Briga. Che cosa ci siamo fatti

0
Shares
Pinterest Google+

Che cosa ci siamo fatti, da venerdì 18 maggio, è il nuovo brano di BRIGA che anticipa il nuovo album in uscita il primo giugno.

Il brano s’interroga delle storie d’amore della nostra generazione piegate molto spesso dal forte senso di dislocazione personale e dalla difficoltà di trovare un posto nel mondo e un ruolo nella società. Molto spesso ci si aggrappa ad un’altra persona, idealizzandola, e finendo col farsi del male a vicenda”. dichiara BRIGA

L’album, prodotto da Honiro Label, sarà disponibile in digitale (in pre-save su Spotify, il 14 maggio; il 18, in pre-order su iTunes) e in cd.

Che cosa ci siamo fatti” è un concept-album, il progetto discografico più maturo di Briga, che a differenza dei precedenti (“Alcune Sere”, “Never Again”, “Talento”), mantiene una linea musicale costante e accompagna l’ascoltatore dalla prima all’ultima traccia come fosse un’opera in più atti.

Un atlante delle emozioni, un disco pieno di sentimenti, è l’album che Briga desiderava da tempo. Undici brani inediti (e una ghost track) scritti con l’anima e con le ali, malinconici, sfrontati, eleganti e tachicardici, sempre onesti e fedeli coerentemente con i sentimenti dell’autore che le ha scritte e composte.

Mattia Briga, il cantante-scrittore: questo ultimo lavoro in studio potrebbe essere simbolicamente la colonna sonora di “Novocaina – Una storia d’amore e di autocombustione” l’ultimo romanzo del cantautore romano (scritto con l’amico Andrea Passeri) uscito nell’Aprile del 2017.
Nella sua carriera ha collaborato e duettato con tanti artisti della musica italiana come Antonello Venditti, Tiziano Ferro, Gianluca Grignani, Gigi D’Alessio, Boosta, Emma Marrone. Ha preso parte alle riprese del film Zeta (2016), diretto da Cosimo Alemà e partecipato nel ruolo di mentore, alla trasmissione televisiva Selfie (2017) su Canale5.

Previous post

Verde in festa a Latina

Next post

La Notte dei Musei 2018. A Roma